Click on your flag to translate by Google

Tour di Praga e dintorni
dal 27/09/2008 al 04/10/2008

TERZO GIORNO

Praga


Tour di Praga e dintorni
Cosa vedere
Krizovnicke Namesti (Piazza dei Cavalieri della croce): Questa piazza è situata nella città vecchia all'inizio di Ponte Carlo. Qui si possono ammirare la statua di Carlo IV, la Chiesa di San Francesco d'Assisi (al cui interno i tengono frequenti concerti di musica classica), la Chiesa di San Salvatore e la Torre del ponte della Città Vecchia (dalla quale si accede al Ponte Carlo).

Staromestskà Mosteckà Vez (Torre del ponte della Città Vecchia): Costruita nel XIV secolo presenta, sulla parete frontale, tre sculture ad opera di Peter Parler che rappresentano, nell'ordine, Carlo IV, San Vito e Vinceslao IV. Da questa porta si accede al Ponte Carlo. Maggiori informazioni per la visita della Torre si possono trovare sul sito ufficiale dell'ufficio del turismo di Praga.

Karluv Most (ponte Carlo): Costruito per volere di Carlo IV nel 1357, prese il posto del ponte di Giuditta distrutto dall'inondazione del 1342. E' stato l'unico ponte di Praga sino al '900. Ha una lunghezza di poco più di 500 metri e accoglie sui suoi due fianchi 30 statue, molte delle quali sono delle copie. Da non perdere la croce in legno del XVII secolo con una scritta dorata in ebraico ("Santo Santo Santo Dio") finanziata da un ebreo come punizione per aver disprezzato tale crocefisso. Altra statua da segnalare è quella di San Giovanni Nepomuceno sulla quale vi è un bassorilievo che rappresenta il suo martirio mentre viene gettato nel fiume. Pare che toccare la figura del Santo porti fortuna.

Malostranske mostecké veze (Torre del Ponte della Città Piccola): Costruita nel 1464 è in stile tardo-gotico, al suo interno è possibile vedere la mostra della storia del ponte Carlo. Da questa torre è possibile godere del bellissimo panorama. Sul fianco di questa torre si può ammirare la piccola Torre di Giuditta: questo è ciò che rimane delle fortificazioni del ponte di Giuditta.

Karlova Ulice: via del centro molto animata con numerosi negozi di souvenir. Al civico 3 da segnalare la Casa al pozzo d'oro e al n. 26 Manufaktura, un negozio di artigianato locale dove si vendono giocattoli in legno fatti a mano.

Male Namesti (Piazza Piccola): in questa piazza spicca subito il palazzone ex negozio di ferramenta U Rott ora occupato da un hotel e con stupende decorazioni. Al centro della piazza una fontana all'interno di una gabbia risalente al XVI secolo.

Staromestske Namesti (Piazza della Città Vecchia): questa piazza è circondata di monumenti storici molto importanti. Arrivando da Male Namesti si incontra lo stemma della città vecchia (sulla palazzina successiva a quella delle informazioni turistiche), subito dopo il Municipio della Città Vecchia con il suo orologio astronomico, segue in senso orario la chiesa di San Nicola della Città Vecchia, un edificio in Art Nouveau con statue di pompieri in cima al tetto, Palazzo Kinsky, la Casa alla campana di pietra, la Chiesa di Santa Maria di Tyn ed una serie di case rinascimentali (Casa Storch, All'ariete di pietra, Al tavolo di pietra, U Lazara, All'unicorno d'oro). Al centro della piazza si erge il monumento del 1915 che ritrae Jan Hus, affiancato dagli Hussiti e dai protestanti, riformatore religioso dato al rogo.

Dum U minuty (Casa al Minuto): poco prima di entrare nella piazza del municipio è possibile scorgere questa palazzina dove abitò Kafka per un breve periodo. Particolari le scene in facciata rappresentate con numerosi graffiti.

Casa Kriz: subito dopo la casa Al minuto spicca questa palazzina che risale al 1520 e sulla cui facciata si può notare l'antico stemma della città con la scritta "Praga caput regni".

Staromestska Radnice - Orloj(Municipio della Città Vecchia - orologio astronomico): Il Municipio risale al 1338 mentre la torre del municipio, alta circa 70 metri, fu costruita nel 1364. Di particolare interesse è l'orologio astronomico che ogni giorno attrae migliaia di turisti. Questo orologio è formato da due quadranti: uno segna le ore e i segni zodiacali, l'altro è il calendario di Josef Manes. Particolare è la meccanica di questo orologio che ogni qualvolta che batte le ore fa partire la processione degli 11 apostoli più S.Paolo che guida il corteo, oltre allo scheletro (la Morte) che capovolge la clessidra e tira la fune. Il tutto termina con il gallo che canta ed il rintocco dell'ora esatta.

Kostel Sv. Mikulase (Chiesa di S.Nicola): risalente al XIII secolo anche se la forma barocca attuale, con la sua splendida facciata, risale al 1730 circa. Da non perdere la cupola con gli affreschi della vita di S.Nicola. L'orario di visita è dalle 10 alle 16 di ogni giorno.

Monumento a Jan Hus (pomnik Jana Husa): monumento imponente inaugurato nel 1915 in cui sono scolpiti un gruppo di Hussiti, un gruppo di protestanti ed una mamma di giovane età.

Ministerstvo Pro Mistni rozvoj (Ministero dello sviluppo locale): palazzo costruito nel 1898 in stile art nouveau e caratterizzato da sculture sopra la facciata rappresentante un pompiere nel tentativo di salvare le vite umane. Molto bella la decorazione centrale presente sulla parte superiore della facciata.

Palac Kinskych (Palazzo Kinsky): palazzo barocco costruito intorno al 1760 ed acquistato successivamente da Stepan Kynsky. Oggi fa parte della Galleria Nazionale.

Casa alla campana di pietra: palazzina medievale caratteristica per la presenza di una campana scolpita in un angolo.

Kostel Panna Maria Pred Tynem: la chiesa venne costruita intorno al 1365 e nel 1620 fu collocato in facciata un calice d'oro che venne poi asportato e fuso nel 1621 per essere utilizzato nelle parti in oro della Madonna visibile ancora oggi tra le due torri risalenti ad epoche diverse ed alte circa 80 metri. Orario di visita: 9-12 e 13-14 dal lunedì al venerdì. Ulteriori informazioni sul sito ufficiale

Casa Storch: stupendo caseggiato del Neorinascimento con la sua splendida decorazione a graffiti rappresentante S.Venceslao a cavallo e risalente al XIX secolo.

Casa All'ariete di pietra: sempre sul lato sud della piazza della Città Vecchia, è così chiamata per l'insegna medievale che rappresenta una bambina insieme ad un ariete con un solo corno.

Celetna Ulice (Via Celetna): via antica ornata da alcune insegne medievali come la casa Al sole nero e Alla Madonna nera. Numerosa anche la presenza di negozi di souvenir. La via termina innanzi alla Porta delle Polveri.

Prasna Brana (Porta delle Polveri): Sorge nel punto in cui vi era una delle 13 porte delle mura dell'XI secolo. Prende il nome dal fatto che nel XVII secolo venne utilizzata come deposito di munizioni. Nel 1757 subì severi danni durante l'occupazione prussiana e venne restaurata intorno al 1880.

Obecni Dum (Casa Municipale): situato a sinistra della Porta delle Polveri, fu costruito intorno al 1900. Da notare è il mosaico in stile Secese dal titolo "Apoteosi di Praga" in cui è raffigurata la donna fondatrice di Praga insieme a suo marito a cavallo. Ulteriori informazioni per gli orari di visita sul sito ufficiale

Vaclavke Namesti (Piazza San Venceslao): enorme piazza lunga più di mezzo chilometro dedicata al patrono di Boemia assassinato da suo fratello Boleslao. Originariamente nacque come mercato dei cavalli intorno al 1350. Da segnalare la presenza del Monumento al patrono accerchiato dai quattro protettori boemi (Adalberto, Agnese, Ludmilla e Procopio), la sottostante e minuscola aiuola alle vittime del comunismo e commemorativa del suidicio di Jan Palach per protestare contro l'occupazione sovietica, il Narodni muzeum v Praze (Museo Nazionale di Praga), Casa Wiehl con splendide decorazioni in stile Art Nouveau sulla facciata e l'Hotel Evropa sempre in stile Art Nouveau. Da non mancare una visita all'interno della galleria Lucerna dove è possibile vedere la statua di Venceslao appesa al soffito ma vista al contrario con il cavallo che tira fuori la lingua dalla fatica ("Il cavallo al rovescio").

Rocca di Visehrad: il castello risale al X secolo. Si può iniziare la visita entrando dalla Porta Tabor. Proseguendo sulla V Pevnostri si incontrano in successione le rovine della Porta Spicka e la Porta Leopoldo con i bastioni sulla sua sinistra. Proseguendo incontrerete il cimitero dove sono seppelliti scrittori, musicisti ed artisti vari. Di fianco potrete ammirare gli splendidi portali della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. La visita termina osservando lo splendido panorama dal bastione difensivo lungo il fiume. La visita richiede circa un'ora, dopodichè si può ritornare in centro prendendo il tram 3, 17 o 19 dalla fermata Vyton che si raggiunge uscendo dalla Porta Cihelna e scendendo giù per via Vratislavova.


Diario di Viaggio

Dopo un ora di coda per fare l’abbonamento mensile nominativo al costo di 580 corone, ci dirigiamo verso il ponte Carlo cominciando la visita da Piazza Cavalieri della Croce e quindi dalla Torre della Porta della Città Vecchia abbiamo proseguito sino alla Torre opposta, quella del Piccolo Quartiere, osservando le varie statue, la facciata del museo Smetana sulla nostra sinistra e il panorama sulla Moldava. Quindi siamo ritornati dal punto in cui avevamo cominciato il giro e abbiamo percorso Karlova Ulice colma di negozi di souvenir, cristalli, vetri, marionette; poi abbiamo visto il bel palazzo elegante denominato “casa al pozzo d’oro” e Manufaktura, un negozio dove vendono oggetti artigianali cechi oltre a splendidi giocattoli di legno. E’ quasi l’una e acceleriamo il passo per raggiungere Piazza Vecchia con la fontana e la casa ex sede di un negozio di ferramenta con le sue bellissime decorazioni. Quindi proseguiamo verso l’orologio astronomico per goderci lo spettacolo del rintocco delle ore 13 (stando attenti a non farci sfilare il portafoglio dalle tasche) con il corteo degli 11 apostoli e di San Pietro, la morte che tira la fune e gira la clessidra e il gallo che canta. Quindi visitiamo la piazza della Città Vecchia con la chiesa di S.Nicola (molto bella la cupola), il palazzo del ministero con raffigurati dei pompieri in cima al tetto, la casa dalla campana di pietra e la stupendamente dipinta Casa Storch. Tentiamo di visitare S.Maria di Tyn ma purtroppo il lunedì è chiusa e ci accontentiamo di vederla internamente attraverso i vetri. Proseguiamo su Celetna Ulice dove c’è un bellissimo negozio di Swarovsky a prezzi abbastanza abbordabili. Proseguendo in fondo alla via notiamo la Porta delle Polveri e, aldilà di essa, sulla sinistra osserviamo il mosaico della Casa Municipale. Ritorniamo in albergo per riposarci un po' ma alle 17 ripartiamo per visitare Piazza Venceslao con la Casa Wiel, l’Hotel Evropa, il passaggio Lucerna (al cui interno vi è la statua, capovolta ed appesa al soffitto, di Venceslao a cavallo), la statua di Venceslao e il modesto monumento ai caduti del Comunismo, questi ultimi situati al centro della piazza vicino al Museo Nazionale. Rimasti un po’ delusi per lo squallore di questa piazza ci dirigiamo verso la fortezza di Visehrad da dove è possibile godere una vista meravigliosa su Praga; inoltre, vi sono antiche porte, un cimitero monumentale e la chiesa di S.Pietro e Paolo con i suoi bellissimi portali. Sin qui è stata una bellissima giornata…peccato che Pi’ abbia voluto allietare la nostra serata con un tocco magico finale convincendoci ad andare ad ascoltare un concerto di organo e tromba nella Chiesa di S.Francesco d’Assisi (che raggiungiamo alle ore 19.30 con il tram 18) alla "modica" cifra di Euro 18 a testa (l’equivalente di una cena per tre persone, qui a Praga!). Dopo che ci siamo fatti due palle così, in quanto l’unico pezzo bello (Ave Maria di Schubert) è durato solo 2 minuti esatti, siamo andati a mangiare alla pizzeria “penguin” di fronte alla metropolitana Andel spendendo la modifica cifra di Euro 22 per quattro pizze due acque e quattro birre!!! Poi tutti a nanna. Domani visiteremo il castello di Praga, il santuario di Loreto e qualcosa nella Città Nuova.



Esplora gli altri giorni
12345678

Il voto attuale di questa pagina è:
Vota questa pagina:
© hscripts.com

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!